Nel 1918 una circolare del Ministero dei Trasporti Marittimi e Ferroviari, imponeva alla Capitanerie di Porto del regno di fare obbligo a tutto il personale addetto agli stabilimenti balneari di comprovare l'idoneità nel nuoto, nella pratica del primo soccorso e della respirazione artificiale.

Le Capitanerie di porto si rivolsero alla S.N.S. che, dopo un propedeutico corso ed un esame di idoneità, rilasciava un brevetto di "Soccorritore di spiaggia", antesignano del Bagnino di Salvataggio.

Si arriva successivamente ad ipotizzare la figura del Bagnino di Salvataggio che, vista la sua utilità, diventa, con Legge dello stato dei primi anni '30, obbligatoria in tutti gli stabilimenti balneari.

 Il Ministero delle Comunicazioni - Marina Mercantile con Foglio d'Ordine n. 43 del 6 maggio 1929 concede alla S.N.S. l'autorizzazione al rilascio del "certificato di abilitazione all'esercizio del mestiere di bagnino".

 

 La figura professionale del "Bagnino di Salvataggio"

    Il Bagnino di Salvataggio è in grado di:
  • organizzare e gestire l'emergenza balneare in qualsiasi condizione;
  • operare per la tutela dell'ambiente naturale interessato all'attività balneare;
  • prevenire, promuovere, valorizzare, educare in tema di sicurezza balneare;
  • gestire i rapporti con le Capitanerie di Porto, 118, altre associazioni/enti ai fini della sicurezza balneazione.

Formazione

Il Bagnino di Salvataggio è un professionista del soccorso altamente specializzato per attuare il servizio pubblico di vigilanza e di salvataggio.

I corsi di formazione della S.N.S. abilitano alla professione e preparano il B.d.S. alla gestione delle emergenze balneari.

Le competenze

L'insieme delle capacità e delle conoscenze che consentono di svolgere la professione di Bagnino di Salvataggio si distinguono in personali, relazionali, specialistiche:

1. Personali

  • versatilità;
  • apertura mentale;
  • autonomia;
  • sicurezza in se stessi.
2. Relazionali
  • comunicatore;
  • coordinatore;
  • gestore di rapporti interpersonali;
  • incline a lavorare in gruppo.
3. Specialistiche
  • tecniche del soccorso in acqua (mare, fiumi, laghi, piscine);
  • tecniche marinaresche (nodi marini, voga, ecc.);
  • nozioni di meteorologia;
  • tecniche di primo soccorso medico;
  • norme comportamentali per il bagnante;
  • norme legislative del settore.
Perchè diventare "Bagnino di Salvataggio"

I Bagnini di Salvataggio possono fare molto per la sicurezza degli altri, non solo dal punto di vista professionale, ma anche di aiuto concreto e di solidarietà, vivendo un'esperienza unica, di apertura verso il prossimo.
I giovani, attraverso i corsi della S.N.S., sviluppano la loro crescita personale creandosi una mentalità di approccio attivo nel volontariato di Protezione Civile, maturando il senso di responsabilità nei confronti dell'ambiente, acquisendo il senso della cittadinanza solidale e attiva.  

INSEGNAMO MOLTO DI PIÙ DI UN MESTIERE!
Il Brevetto di Bagnino di Salvataggio non solo offre l'opportunità di un lavoro all'aria aperta, ma anche di svolgere un importante servizio a favore della collettività, attività di volontariato, di impegno sociale e di Protezione Civile. 

In collaborazione con Società Nazionale Salvamento, sezioni di Barcellona P.G., Milazzo, Isole Eolie, Villafranca, Rometta, Giammoro, Terme Vigliatore, Falcone, Spadafora, Venetico, Torregrotta.

Il brevetto di Bagnino di Salvataggio è valutato "titolo professionale di merito" per:

  • L'arruolamento volontario nella Marina Militare (DM 01/09/2004, art. 8)
  • L'arruolamento volontario nell'Esercito (dp. prot. n. M_D GMIL_02I3200085087 del 10/07/2006 - bando arruolamento V.F.P.1)
  • L'attribuzione del credito formativo agli esami di Stato della Scuola Secondaria di 2° grado (DPR 23/07/1998 n. 323 art. 12 e DM n. 49 del 24/02/2000)
  • L'impiego dei militari delle FF.AA. in compiti connessi al brevetto, la cui trascrizione matricolare è autorizzata dal Ministero della Difesa.

E' altresì titolo equipollente alla "prova di nuoto e voga" necessaria per il rilascio del Libretto di Navigazione - iscrizione nelle matricole della "gente di mare" (dp. Prot. n.° 4135556 del 17/06/1998 Min. dei Trasporti e della Navigazione - Direzione Generale del Lavoro Marittimo e Portuale).

 

Si avvisa che l'art. 10 del Bando di concorso -  arruolamento 1748 VFP1 in Marina Militare - n.196 del 30 agosto 2013 distingue il Brevetto di Bagnino di Salvataggio come segue:

  • Brevetto di Bagnino di Salvataggio per Piscina (2 punti);
  • Brevetto di Bagnino di Salvataggio "Mare" (3 punti).
    Il Brevetto di Istruttore nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio - I.A.MA.S. è valutato per l'arruolamento nella Marina Militare "Titolo Professionale" con l'attribuzione di 4 punti per la formazione della graduatoria di merito (Bando concorso V.F.P. 1). NON è cumulabile con il Brevetto di Bagnino di Salvataggio cui sono attribuiti 3 punti per l'arruolamento nella M.M. e 1,5 punti per l'arruolamento nell'E.I.